I LAVORI HARAM (ILLECITI)

Quali sono i lavori leciti nell’Islam e quali quelli illeciti? La lista è lunga. Cercando nei vari siti riportano le categorie dei vari lavori haràm e quelli halàl. Ma cosa fare quando si è costretti a scendere a “compromessi” ? cosa fare quando non si riesce a trovare lavoro da anni e nessuno ti aiuta? A volte quel pochissimo che si riesce a trovare è proprio il lavoro haràm, il musulmano cosa deve fare in questi casi? Conosciamo tutti il momento storico in cui stiamo vivendo. Sono anni cupi, di crisi, ho già trattato questo argomento più volte, vivendolo io stesso, ma questa volta non parlerò di me, ma della situazione in generale.

Musulmani senza lavoro con una famiglia da mantenere, musulmani senza famiglia da mantenere ma senza lavoro con bollette e affitto da pagare ogni fine mese. Scrivi annunci su internet, mandi curriculum a destra e sinistra, non ti risponde nessuno, il telefono non suona. Aspetti ore ed ore davanti al telefonino con la speranza di una chiamata da parte di qualcuno ma niente, solo le chiamate invadenti dei vari Telemarketing che ti chiamano a tutte le ore (pranzo, pomeriggio, cena). Se trovi qualcosa è solo per lavoretti precari di poche ore o lavori full-time ma con contratto a termine. Hai bisogno assolutamente di un lavoro e quello che trovi spesso è nella lista “nera” ovvero la lista haràm di lavori illeciti che noi musulmani non dovremmo svolgere, cosa fare allora? Fai la fame, chiedi aiuto ma ognuno pensa solo a se stesso, ti rivolgi alle moschee che fanno piccole raccolte, quei pochi soldi non sono sufficienti, finiscono subito, ma meglio di niente. Vuoi andare all’estero in cerca di meglio ma non hai i soldi per permetterti un viaggio, oppure parti ma torni deluso perché non hai trovato quello che speravi. Così trovi un lavoro haràm – spesso non trovi nemmeno quello- come cameriere a contatto con alcolici e carne di maiale, pizzaiolo in pizzerie italiane (stesso problema), Bodyguard in discoteche in mezzo a gente che beve alcolici, spesso ubriaca, drogata, con in sottofondo musica martellante che ti rompe i timpani per via del volume troppo alto. Questi sono solo alcuni esempi, ce ne sono molti altri. Così il musulmano accetta, consapevole di fare qualcosa che non ama, anzi, che odia e che lo fa soffrire perché sa che non è lecito nell’Islam.

Lui accetta ma spera di lasciarlo al più presto quel lavoro, cominciando a cercare qualcos’altro che sia più lecito. Allah conosce le nostre vere intenzioni, quindi non giudicate gli altri se non conoscete la sua reale situazione e soprattutto se non l’avete mai vissuta! Molto peggio se il musulmano svolge un lavoro illecito potendo permettersi di cambiarlo con uno halàl, cioè lecito. È superbo e delle regole islamiche non gliene importa nulla, trasgredisce, sa di trasgredire e va avanti come se niente fosse. Nel lavoro haràm non c’è la Rahma Misericordia di Allah, precisiamolo. C’è chi guadagna molti soldi sporchi, oppure chi apre ristoranti con alcolici, carne di maiale, spendendo in continuazione, ma il guadagno è inferiore alla cifra che spende. Poi c’è un’altra categorie di musulmani, coloro che ignorano, svolgono lavori haràm ma non lo sanno. Ecco per tutti noi la fatidica lista di lavori illeciti:

Il Gioco d’azzardo, la lotteria e la vendita di alcolici, fabbricare alcolici, lavorare in un luogo dove le persone giocano d’azzardo.

“O voi che credete, in verità il vino, il gioco d’azzardo, le pietre idolatriche, le frecce divinatorie, sono immonde opere di Satana. Evitatele, affinché possiate prosperare”. (Corano, Sura Al-Mâ’ida/ La Tavola Imbandita, v. 90)

“Ti chiedono del vino e del gioco d’azzardo. Di’: “In entrambi c’è un grande peccato e qualche vantaggio per gli uomini, ma in entrambi il peccato è maggiore del beneficio!”. E ti chiedono: “Cosa dobbiamo dare in elemosina?”. Di’: “Il sovrappiù”. Così Allah vi espone i Suoi segni, affinché meditiate”. (Corano, Sura Al-Baqara/ La Giovenca, v. 219)

La vendita, la cottura, il consumo di carne di maiale o il lavoro in un luogo dove si è coinvolti nella lavorazione del maiale.

“Vi sono vietati gli animali morti, il sangue, la carne di porco e ciò su cui sia stato invocato altro nome che quello di Allah, l’animale soffocato, quello ucciso a bastonate, quello morto per una caduta, incornato o quello che sia stato sbranato da una belva feroce, a meno che non l’abbiate sgozzato [prima della morte] e quello che sia stato immolato su altari [idolatrici] e anche [vi è stato vietato] tirare a sorte con le freccette. Tutto ciò è iniquo. Oggi i miscredenti non sperano più di allontanarvi dalla vostra religione: non temeteli dunque, ma temete Me. Oggi ho reso perfetta la vostra religione, ho completato per voi la Mia grazia e Mi è piaciuto darvi per religione l’Islàm.Se qualcuno si trovasse nel bisogno della fame, senza l’intenzione di peccare, ebbene Allah è Perdonatore, Misericordioso”. (Corano, Sura Al-Mâ’ida/ La Tavola Imbandita, v. 3)

La Corruzione quindi corrompere, vi riporto un Hadith:

“Il Messaggero di Allah (sallAllahu ‘alayhi wa sallam, che Allah lo elogi e lo preservi) maledisse sia il corruttore che la persona corrotta”. (At-Tirmithi)

“Non divoratevi l’un l’altro i vostri beni, e non datene ai giudici affinché vi permettano di appropriarvi di una parte dei beni altrui, iniquamente e consapevolmente”. (Corano, Sura Al-Baqara/ La Giovenca, v. 188)

Lavorare in una banca o nel settore finanziario che si occupa di Riba (interesse), lavorare come Banchiere.

“Allah vanifica l’usura e fa decuplicare l’elemosina. Allah non ama nessun ingrato peccatore”. (Corano, Sura Al-Baqara/ La Giovenca, v. 276)

“perché praticano l’usura – cosa che era loro vietata – e divorano i beni altrui”. (Corano, Sura An-Nisaa/ Le Donne, v. 161)

Comporre Musica, ballare, girare come regista film che mostra la nudità di uomini e donne, o che promuovo il fumo, la fornicazione, qualsiasi cosa contro l’Islam. Stesso discorso vale per il produttore, l’attore ecc.

“fuggite l’abominio degli idoli e astenetevi dalle espressioni mendaci”. (Corano, Sura Al-Hajj/Il Pellegrinaggio, v. 30)

“Tra gli uomini vi è chi compra storie ridicole per traviare gli uomini dal sentiero di Allah e burlarsi di esso: quelli avranno un castigo umiliante”. (Corano, Sura Luqmân, v. 6)

“Invero prospereranno i credenti, quelli che sono umili nell’orazione, che evitano il vaniloquio”. (Corano, Sura Al-Mu’minûn/ I Credenti, v. 1, 2, 3)

Indossare, creare, vendere o mostrare pubblicamente abbigliamento femminile o maschile che mostri la loro awrah [le parti del corpo da non mostrare in pubblico].

“Di’ ai credenti di abbassare il loro sguardo e di essere casti. Ciò è più puro per loro. Allah ben conosce quello che fanno”. (Corano, Sura An-Nûr/ La Luce, v. 30)

Vendere statue, idoli e immagini o realizzarle.

Vendere riviste, libri, poster di cantanti, attori e attrici ecc. con contenuti haràm.

Il Profeta Muhammad (che Allah lo elogi e lo preservi) disse: “Nessun uomo o donna dovrebbe guardare il corpo nudo l’uno dell’altro -a meno che non sia suo marito o sua moglie-“. (Muslim)

“In verità Allah ha ordinato la giustizia e la benevolenza e la generosità nei confronti dei parenti. Ha proibito la dissolutezza, ciò che è riprovevole e la ribellione. Egli vi ammonisce, affinché ve ne ricordiate”. (Corano, Sura An-Nahl/ Le Api v. 90)

“In verità i [veri] credenti sono quelli i cui cuori tremano quando viene menzionato Allah e che, quando vengono recitati i Suoi versetti, accrescono la loro fede. Nel Signore confidano, quelli stessi che eseguono l’orazione e donano di quello di cui li abbiamo provvisti. Sono questi i veri credenti: avranno gradi [d’onore] presso il loro Signore, il perdono e generoso sostentamento.”. (Corano, Sura Al-‘Anfâl/ Il Bottino, v. 2, 3, 4)

È vietato inoltre lavorare in una tipografia dove stampano le foto di donne, idoli di divinità e altro materiale dannoso.

Il lavoro di ingegnere, architetto che aiuta nella progettazione di banche, bar, discoteche.

Lavorare in un’azienda di software che si occupa principalmente di prodotti astrologici.

La vendita di cd e dvd di musica, film (Hollywood – Bollywood)

La vendita di videogiochi -tutti i videogiochi contengono musica, alcuni contengono persino volgarità, oscenità e violenza eccessiva-.

Questi sono solo alcuni dei lavori, ce ne sono molti altri.

E Allah ne sa di più

Che Allah ci perdoni e ci allontani da ogni male. Amìn!

Mamdouh AbdEl Kawi Dello Russo

Tratto da “Mondo Islam Magazine” n. 25

 

Precedente RIGUARDO LA DONAZIONE DEGLI ORGANI Successivo L’INVOCAZIONE PER IL PROPRIO FRATELLO