COMPORTAMENTO LECITO ED ILLECITO VERSO I DEFUNTI

È consentito pregare davanti alle tombe, pregare per i morti? Posso chiedere intercessione ad un defunto? Chi può visitare i cimiteri, le donne possono fare visita alle tombe o solo gli uomini?

“Lode ad Allah. La visita degli uomini musulmani ai cimiteri è una pratica della sunnah – spiega lo sheikh del sito islamqa.info- . Come disse il Profeta Muhammad (pace e benedizione su di lui): “Vi avevo proibito [una volta] di visitare le tombe, [e ora vi ordino] di farlo, in modo che la visita possa servire come un utile promemoria”.  Riportato da Muslim e altri, nella versione di al-Haakim: “perché [tali visite] inteneriscono il cuore, portano le lacrime agli occhi e serve per ricordarci dell’Aldilà, [ma fate attenzione] a non pronunciare espressioni proibite [cioè durante la visita]”. Hadith autentico Sahih al-Jaami’ 4584.

Per quanto riguarda le visite ai cimiteri da parte delle donne –spiega sempre lo sheikh-, gli studiosi hanno opinioni differenti su questo tema: è consentito o preferito e il loro caso è simile a quello degli uomini, ovvero è makrooh (riprovevole), che è l’opinione di jumhoor ul-‘ulemaa’ (la maggioranza degli studiosi).

È proibito, questa è probabilmente l’opinione più forte, come indicato da al-hadith al-sahih in cui il Profeta Muhammad (che Allah lo elogi e lo preservi) disse:

“Allah ha maledetto le donne che frequentano le tombe”, riportato da Ahmed e Tirmidhi e Ibn Maajah. In una versione: “Allah ha maledetto le donne che visitano le tombe e coloro che costruiscono moschee e mettono luci su di esse”. Riportato da Abu Dawood, al-Tirmidhi, al-Nisaa’i e al-Haakim.

Questa condanna garantirebbe la validità dell’argomento contro le donne che visitano i cimiteri poiché il legislatore [cioè Allah] non condannerebbe qualcosa che è lecito o riprovevole, ma solo ciò che è completamente proibito. In merito a quale sarebbe il motivo di tale condanna, gli studiosi hanno citato due argomenti principali: In primo luogo, la maggior parte delle donne sono emotivamente più deboli nell’accettare le calamità e forse  in vista delle tombe dei loro cari possono scoppiare in lamenti e pianti rumorosi, il che sarebbe dannoso per la fede e dannoso anche per il corpo. In secondo luogo, i cimiteri sono spesso luoghi isolati che potrebbero non essere sicuri per qualcuno che è solo, esponendo eventualmente una donna a persone di carattere morale corrotto o dissoluto. In sintesi, la logica alla base di questo divieto è che spesso le donne non sono così forti emotivamente di fronte alle calamità, e non visitare le tombe impedisce loro di affrontare il processo e di essere esposte a fitnah non necessarie. Allah é il Più Informato sa cosa è più corretto e migliore”.

Riassumiamo il concetto: la maggioranza dei sapienti dice che è consentito per le donne come per gli uomini visitare i cimiteri, ma è makrooh (riprovevole) e non haràm (proibito). Altri sapienti basandosi su hadith autentici dicono che è totalmente proibito e quindi haràm. Questo è per proteggere la donna da cose che potrebbero danneggiarla e non perché – come penserebbero i malpensanti- è inferiore all’uomo, l’uomo è avvantaggiato su tutto, più fortunato e maschilista e la donna è sempre in difetto ed in sfavore, leggete attentamente l’articolo. Comunque sia un defunto rimarrà sempre nel cuore delle persone, in ogni momento e in ogni luogo, non bisogna per forza andare al cimitero per ricordarlo. La visita del cimitero da parte degli uomini può servire come utile promemoria riguardo la morte: la vita è breve e primo o poi ognuno lascerà questo mondo, quindi evitiamo il più possibile nel commettere peccati, fare cose che ci sono proibite.

Per quanto riguarda il pregare davanti alle tombe è illecito per tutti, sia donne che uomini. Quando sono stato in Egitto ricordo che mi spiegarono anni fa: “fratello vedi, quello è il cimitero islamico, non fare l’errore che fanno molti di pregare davanti alla tomba o di chiedere al morto intercessione,  se vuoi fa du’a (invocazione) per lui falla qui, a distanza”. Eravamo in strada dall’altra parte del cimitero e fuori, non all’interno.

Purtoppo molti, forse la maggioranza fa questo errore per via dell’ignoranza,  scarsa conoscenza dell’Islam, per non parlare poi delle varie deviazioni, primi fra tutti i sufi più estremi e gli sciiti,  entrambi pregano…..per i santi! Nell’Islam l’Unico Vero Santo è ALLAH (Al Quddus/ Santo).

Mamdouh AbdEl Kawi Dello Russo