VACCINI, COSA C’E’ DA SAPERE!

Spesso ho sentito raccontare da alcuni fratelli e sorelle nell’Islam i problemi che hanno avuto a causa dei vaccini che le scuole impongono ai loro figli. Far vaccinare il proprio bambino in modo che possa essere protetto dalle malattie è buona cosa, sarebbe un’ ottima idea però se i vaccini  non contenessero maiale o altro a noi proibiti nell’Islam, poiché è scritto chiaramente nel nostro Sacro Corano, parola di Allah L’Altissimo. Ma i vaccini in circolazione non contengono solo il maiale e più avanti in questo articolo vi spiegherò il perché, qui si parla anche di  morti da vaccino, decesso ed invalidità da vaccino…

Una sorella mi ha raccontato che ha affrontato il problema con la Asl riguardo i vaccini per i suoi figli. Molti musulmani ignorano che contengono come stabilizzante termico la gelatina di maiale. Inoltre all’ interno di alcuni è presente il dna fetale umano utilizzato da una linea cellulare prodotta sin dagli anni 60, facendo così abortire una donna incapace di  intendere e volere, utilizzando il feto come terreno per sviluppare i virus.

Per noi musulmani è proibito usare o consumare prodotti che contengono strutto, gelatine mono e digliceridi degli acidi grassi di origine animale – esistono anche di origine vegetale, che possiamo consumare, inshaAllah- o E 471 E 472 ecc. Ed è vietato l’aborto, perché è come uccidere un innocente.

Si utilizzano anche ricombinazioni di dna  nell’ esavalente..

“Allah maledice colui che disse (Satana): “Certamente mi prenderò una parte stabilita dei Tuoi servi, li condurrò alla perdizione, li illuderò con vane speranze, darò loro ordini ed essi taglieranno gli orecchi degli armenti; io darò gli ordini e loro snatureranno la creazione di Allah”. Chi prende Satana per patrono al posto di Allah, si perde irrimediabilmente”. (Corano, Sura An-Nisà/ Le Donne v. 118/119)

Allah L’Altissimo ci proibisce ad alterare la natura. Quindi tutte le manipolazioni  su dna, cibi geneticamente modificati, clonazioni e quant’altro non sarebbero accettabili per noi.

E se cercheranno di impedirvi nel far valere i vostri diritti ricordate a loro l’ Articolo 19 della costituzione italiana – anche se la interpreteranno a loro modo per contestarvi- che dice:

“Tutti hanno diritto di professare liberamente la propria fede religiosa in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda e di esercitarne in privato o in pubblico il culto, purché non si tratti di riti contrari al buon costume”.

Chi ha figli verrà convocato per gli appuntamenti  vaccinali, in questo modo dovrete affrontare un colloquio con gli operatori dell’Asl, siate ben preparati, documentatevi in modo da porre le giuste domande.

Spesso gli operatori evitano di rispondere a tutte le vostre domande, ma persistete.

Spedite la vostra lettera con raccomandata e ricevuta di ritorno al direttore della sede della vostra Asl.

Ricapitoliamo. Prima avrete l’appuntamento per vaccinare i vostri figli, si chiede il colloquio con l’operatore dell’Asl e si spedisce la lettera con raccomandata e ricevuta di ritorno. Al colloquio ponete le stesse domande che avete scritto nella lettera. IMPORTANTISSIMO: Non portate con voi i vostri figli al colloquio e non firmate nulla anche se ve lo chiedono. Di solito chiedono di firmare un dissenso informato, non lo fate!

La cosa deludente è che al colloquio non risponderanno quasi  a nessuna delle vostre  domande, ecco il perché è importante spedire subito dopo una lettera. Nel caso in cui non riceverete risposta dal direttore sanitario, inviate una lettera ai piani alti dell’Asl. Richiedete sempre i fogli illustrativi dei vaccini, leggeteli attentamente, anche se si tratta di diversi fogli. Loro cercheranno in tutti i modi di convincervi. Spesso c’è un ritorno economico a loro favore, poiché esistono diversi casi riportati sui giornali e nel web dove i medici vengono premiati in denaro a secondo del numero di persone da loro vaccinate – in questi casi parliamo di bambini-.

http://www.firenzetoday.it/cronaca/vaccini-premio-medici-codacons-regione-toscana.html

Altra nota dolente è possibile che dopo il colloquio con l’Asl vi invieranno una sanzione da pagare – dalle 100 alle 500 euro- per esservi rifiutati nel far vaccinare i vostri figli -altro ritorno economico-. In questi casi rifiutano il vostro bambino che va all’asilo, come è successo ad alcuni fratelli. Dall’elementari in poi non possono essere rifiutati ma si incorrerà nella sanzione.

E se si rifiuta di pagare la sanzione? bisogna  appoggiarsi ad un legale che si occupa di questo, appoggiandosi alle associazioni per la libera scelta dei vaccini, hanno di solito dei legali a disposizione che possono essere gratuiti, inshaAllah.

Pagare la sanzione sarebbe anche un modo per confermare a loro che abbiamo torto, ma in questi casi non lo è affatto. Qui si parla di salute… dei precetti del nostro credo  religioso, con il pieno consenso della nostra costituzione!

Vi riporto due link di alcuni video dove a parlare sono due laureati in chimica farmaceutica: il dott. Montanari e la d.ssa Loretta Bolgan:

Esiste anche il coordinamento del movimento italiano per la libertà delle vaccinazioni e per il risarcimento delle vittime da vaccino, si chiama Colmiva.

https://www.comilva.org

La Glaxo (azienda Rothshild) ha ammesso di aver dato vaccini tossici ai bambini, causando in questo modo il loro decesso. Sono morti per i vaccini tossici per la tosse! Altri hanno avuto danni permanenti al cervello.

Il vaccino Trivax era stato rilasciato dalla Glaxo pur  non avendo superato il test di sicurezza. Ha causato a diverse persone danni cerebrali e questo è davvero grave! Non importa se questo è successo in Gran Bretagna, in Italia o in altri paesi, né tanto meno è importante sapere se le persone sono state risarcite o meno e che la Glaxo alla fine è stata condannata in tribunale, il danno è stato fatto!

Fonte in inglese:

https://www.theguardian.com/uk/2002/jun/30/tracymcveigh.antonybarnett

Qui invece riguardo i virus dei vaccini che vengono coltivati in cellule di feti umani abortiti

http://www.disinformazione.it/vaccini_feti_abortiti.htm

La lettera che vi riporto per prima è stata spedita da una famiglia che contestava il vaccino per la presenza di maiale e non solo. Lettera da spedire con raccomandata e ricevuta di ritorno:

Le scrivo relativamente al colloquio pre-vaccinale che mi è stato gentilmente concesso dal servizio vaccinazioni di (luogo di residenza) in data (la data del colloquio). Premetto che nella nostra famiglia si professa la fede musulmana e si rispettano i precetti. Sia mio marito che io abbiamo sempre avuto dubbi riguardo la composizione vaccinale in relazione al rispetto dei dettami della nostra religione.

Vi pongo le seguenti domande:

– CHIAREZZA SULL’ EFFETTO GREGGE.

Dal momento che non vengono effettuati controlli pre e post vaccinazioni come si fa a controllare se realmente il farmaco vaccinale somministrato abbia ‘prodotto’ le difese necessarie per affrontare le malattie che dovrebbe fermare? E se si sviluppa l’immunità, per quanto durerà la copertura?

– TEST ALLERGOLOGICI.

Dal momento che molte persone (purtroppo) hanno manifestato effetti collaterali anche gravi (fino al decesso) perché non vengono eseguiti di routine dei test allergologici sugli individui ai quali deve essere somministrato il farmaco-vaccino?

– EPIDEMIE

Non essendoci delle reali epidemie in atto (a parte dei numeri significativi – ma non ben identificati sierologicamente – riguardo al morbillo) perché si impone questa campagna vaccinale dal momento che non sussiste una reale necessità (confermata anche dal presidente del consiglio al momento in cui è stata proclamata la Legge 119/17 ) ? E, soprattutto, dato che Art.32 della nostra Costituzione prevede che, un trattamento sanitario se reso obbligatorio deve essere motivato, e comunque non deve violare l’integrità della persona, come si concilia questa Legge?

– SOSTANZE DI DERIVAZIONE SUINA ALL’INTERNO DEI VACCINI

In quali vaccini si trovano sostanze di derivazione suina?

– DNA UMANO ED ANIMALE

In quali vaccini c’è del dna ricombinante, dna umano, dna di origine animale? E’ corretta l’informazione che vengono usati tessuti di un feto abortito da madre paziente psichiatrica?

– TESSUTI DI COLTURA

Per moltiplicare i virus, quali linee cellulari vengono utilizzate? Umane o animali?

Queste sono state asportate da persone viventi o decedute?

– METALLI PESANTI

Quali sono ed in che quantità si trovano all’interno dei vaccini? sono tossici?

– ANTI – D

Desideravo poi avere informazioni su immuno terapia anti – D.

Resto in attesa di una sua cortese risposta

Cordiali saluti

Vi riporto adesso un altro modo come poter impostare la lettera riguardo il vaccino, anche in questi casi i fratelli che l’hanno inviata si sono rifiutati nel far vaccinare il loro bimbo. Qui non si parla solo di suino/carne di maiale, ma di morti da vaccino, decesso ed invalidità da vaccino…

ASL sede di

Via

Città

Oggetto: vaccinazioni obbligatorie

Noi sottoscritti (NOME PADRE) e (NOME MADRE), residenti a ………….in via……………, genitori di (NOME BIMBO-BIMBA) nato il…….. presso l’ospedale di…….., soggetto alle vaccinazioni obbligatorie, prendendo atto degli inviti a recarci presso l’ambulatorio di …………….., desideriamo poter ricevere maggiori informazioni in merito al suddetto trattamento farmacologico e chiediamo maggiori garanzie di innocuità, in virtù e a causa delle forti perplessità suscitate dalla conoscenza di gravi complicazioni e morti da vaccino presenti in  Italia come in tutto il mondo ed in particolare delle centinaia all’anno legalmente indennizzati in Germania e negli USA. Tale timore è sostenuto anche dall’esistenza della legge 210/92 che regola l’indennizzo per decesso ed invalidità da vaccino, sulla cui base in questi anni sono stati riconosciuti vari morti e invalidi, oltre alle centinaia di cause giudiziarie di cui ci sono già molte sentenze con le quali diversi tribunali hanno condannato lo Stato a indennizzi miliardari.

Dichiariamo comunque di non essere contrari di principio alla vaccinazione in sé, ma siamo fortemente contrari a dover rischiare “al buio” e vorremmo quindi ottenere una garanzia scientifica attendibile, anche se la legge non lo prevede esplicitamente, per garantirci che nostro figlio (NOME BIMBO-BIMBA) non avrà alcun danno, ritenendo assurda la sottintesa giustificazione che tanto si ammalano (e muoiono) pochi vaccinati. Ricordiamo che i test preventivi sono stati riconosciuti come diritto dalla sentenza 258/94 della Corte Costituzionale, e non è colpa nostra se dal giugno ’94 il ministero della Sanità, che ne ha più volte annunciato la loro codificazione con una relativa proposta di legge, non lo ha ancora fatto.

In particolare chiediamo che:

– Vengano forniti i foglietti illustrativi dei vaccini da somministrare e che accompagnano il prodotto nella sua confezione originale.

– Venga comunicata la presenza di sostanze tossiche o nocive nelle preparazioni vaccinali.

– Venga comunicata la concentrazione di tali sostanze, in particolare di alluminio e mercurio.

– Venga accertato che tali sostanze siano presenti in quantità tali da essere considerate non nocive per la salute di chi viene vaccinato, in conformità agli standard attualmente riconosciuti dagli enti di controllo accreditati in campo internazionale.

– Vengano indicati i test preventivi atti a mettere in luce eventuali predisposizioni a reazioni avverse ai vaccini.

– Venga dichiarata l’effettiva garanzia di innocuità dei vaccini in questione.

Oltre ai motivi di prudenza, per chiedere questi test ci appelliamo all’art.12 del codice deontologico del medico, che obbliga lo stesso ad adottare ogni possibile cautela a garanzia della salute in occasione di un trattamento sanitario. Inoltre la Sentenza della Corte Costituzionale n.307 del 22/6/90 richiama il principio della responsabilità personale del medico ai sensi del codice Civile (art. 2043- risarcimento per fatto illecito), qualora effettui un trattamento sanitario non accompagnato dalle “cautele e condotte secondo le modalità che lo stato delle conoscenze scientifiche e l’arte prescrivono in relazione alla sua natura”, che certamente non possono essere il nulla della prassi attuale. Ciò significa che al di là del fatto che la legge attuale non prevede alcun test di compatibilità, il medico è tenuto ad effettuarli ugualmente o, in caso di impedimento per mancanza di strumenti o conoscenza, di sospendere la vaccinazione, segnalando il fatto all’amministrazione sanitaria, per non assumersi la responsabilità in prima persona (secondo l’art. 2043).

Vi preghiamo inoltre di darci notizia del numero di domande di indennizzo presentate e riconosciute, insieme ai dati nulla presenza delle malattie contro le quali si vogliono vaccinare i bambini, sia in ambito regionale che nazionale. Chiediamo altresì di essere sentiti dall’Autorità competente, ai sensi e per gli effetti dell’art. 18 L.689/1981.

Città, data………………..

 

Firma del padre                                                                     Firma della madre

 

_________________                                                            _________________

 

Quella che segue è la lettera di dissenso ai vaccini:

ASL sede di

Via

Città

Oggetto: dichiarazione di dissenso informato

Noi sottoscritti (NOME PADRE e NOME MADRE) genitori di (NOME FIGLIO/A) nato a ….il…., residenti a ….., in via………, vi inviamo la presente lettera di dissenso alle vaccinazione di nostro figlio (NOME FIGLIO/A). Il nostro convincimento personale nella scelta di non vaccinare nostro figlio deriva dal fatto che, nonostante il colloquio con l’operatore dell’Asl avuto in data……………….., non ci riteniamo pienamente informati dato che non ci sono state fornite esaurienti delucidazioni in merito ad alcune questioni che avevamo esposto anche con la nostra precedente lettera di informazioni sui vaccini datata il …, più precisamente:

– non abbiamo potuto visionare i foglietti illustrativi dei vaccini da somministrare,

– non ci è stata comunicata la presenza né la concentrazione di sostanze tossiche,

– non ci è stata dichiarata un effettiva garanzia di innocuità,

– siamo stati invitati il suddetto giorno di convocazione al vaccino (il…) ma non ci è stato chiesto di presentarci con un’anamnesi preventiva dettagliata della famiglia né ci sono state date informazioni in merito ai test preventivi volti a prendere atto di eventuali reazioni avverse ai vaccini sebbene il vostro modulo informativo  riporti quanto segue: “Di norma negli ambulatori dell’ASL prima di vaccinare i bambini viene effettuata un’anamnesi dettagliata riferita anche alla famiglia, prendendo visione di eventuali esami o cartelle cliniche che il genitore o medico curante desiderino portare a conoscenza”

– ci sono state fornite informazioni errate relativamente alle domande di indennizzi per danni da vaccino nella città di…, precisamente durante il colloquio ci è stato detto che il numero di indennizzi era pari a zero, invece nel modulo informativo fornitoci il giorno stesso viene dichiarato “in base alla L.210/90 fino ad oggi nell’ASL di … sono state riconosciute 2 domande e peraltro relative a vaccini in uso diversi anni fa”; personalmente riteniamo che la dicitura “…diversi anni fa” sia alquanto approssimativa e riduttiva come informazione.

Comunque, quali genitori di (NOME FIGLIO/A), riteniamo che la prassi vaccinale, così come è condotta in Italia, sia priva di un adeguato sistema di controllo e di monitoraggio delle reazioni avverse, così che anche le stime ufficiali dei danni da vaccino e il conseguente rapporto rischio/ beneficio ne risultano fortemente inficiati da errori e/od omissioni. Il nostro atteggiamento, pertanto, si appella in primo luogo al Principio di Precauzione, in attesa che anche in Italia ci sia un’evoluzione positiva della materia secondo i migliori standard.

Data:

 

Firma del Padre                                                                           Firma della Madre

Ringrazio i fratelli e le sorelle che mi hanno permesso con le loro testimonianze e la loro collaborazione di scrivere questo articolo, che spero nella sua utilità aprendo gli occhi a coloro che prima d’ora ignoravano.

Quì potrete scaricare in versione Pdf la lettera da compilare e da inviare con raccomandata/ricevuta di ritorno: http://mondoislam1magazine.altervista.org/wp-content/uploads/2019/08/Oggetto-Vaccini-Obbligatori.pdf

Mamdouh AbdEl Kawi Dello Russo

 

Precedente EID MUBARAK Successivo La Festa dell'Eid Al Adha e inizio dell'Hajj